Memoria evolutiva

Memoria evolutiva è un sistema pratico ed altamente efficace di auto-realizzazione psico-evolutivo per la risoluzione di condizionamenti limitanti e lo sviluppo della leadership personale. Il Sistema Memoria evolutiva è una sintesi, una metodologia che nasce dalla combinazione delle tecniche più efficaci di discipline come l'immaginazione attiva, la libera associazione, lo psicodramma, la neuro-semantica, la terapia della regressione e le pratiche di liberazione spirituale di antiche popolazioni tribali. Le tecniche utilizzate, infatti, includono molti aspetti metafisici dell'esistenza e vanno quindi al di là del pensiero convenzionale.

Memoria evolutiva ha come obiettivo l'auto-realizzazione, l'integrità, l'integrazione di qualità e virtù superiori, lo sviluppo delle proprie potenzialità e del sistema-persona inteso in chiave olistica (corpo-mente-emozioni-anima-spirito). Si tratta di un sistema da applicare in modo concreto nella vita reale per sviluppare la propria leadership (per ottimizzare la propria performance, sviluppare la propria unicità, essere la miglior versione di sé e divenire le proprie potenzialità) attraverso un lavoro guidato, ma essenzialmente auto-formativo e volto all'auto-realizzazione.

I principi fondamentali sono che:

  • Siamo energia: la scienza moderna ha dimostrato che l'Universo è sostanziato di energia diffusa in tutte le cose e concentrata in ciascuna. La famosa formula E=mc2 dimostra che la massa è energia molto concentrata. A tal riguardo, ognuno di noi sviluppa un proprio campo elettromagnetico. Una propria emanazione fondamentale che corrisponde ad una vibrazione unica, come una sorta di impronta digitale energetica, la nostra aura.
  • Siamo memoria: siamo nati con una illimitata capacità di imparare. Nel corso del nostro sviluppo e della nostra vita, impariamo tramite gli eventi e le esperienze per via di un processo associativo (anche illogico). Tramite un sistema di punizioni e ricompense, in stile neo-pavoloviano. La realtà che viviamo è dunque un continuo scambio di stimoli e di risposte, di energia e di informazioni. Il nostro presente include tutto il nostro vissuto e tutti i significati che abbiamo attribuito agli eventi e le esperienze del nostro passato. Nel nostro campo energetico sono contenute tutte le memorie che compongono il mosaico di ciò che siamo.
  • Siamo anima: la nostra anima è ciò che siamo veramente al di là di tutte le apparenze e le maschere sociali che indossiamo. L'anima non è un concetto astratto che deriva da interpretazioni mistico-filosofiche. Si tratta di fisica sottile, e l'anima è qualcosa di fisico, seppur intangibile. Noi siamo un perfetto sistema corpo-mente-emozioni-anima-spirito e la nostra anima è ciò che siamo al di là del nostro vestito di carne, emozioni, e pensieri. È la nostra essenza più elevata, che funge da intermediaria fra il mondo fisico, e quello spirituale. 
Fondamentalmente, ognuno di noi costruisce la sua realtà individuale e vive nel suo universo personale. Ognuno di noi ha una sua immagine personale di sé e degli altri. Si tratta di una storia che raccontiamo a noi stessi, su di noi e sul mondo che ci circonda, fondata sui significati che scegliamo di attribuire ad eventi ed esperienze in base alle nostre interpretazioni mentali.

Non esiste una realtà esterna oggettiva. L'Universo è fatto a nostra immagine e somiglianza e la realtà "esterna" rispecchia esattamente la nostra interiorità. Fatto è che la realtà "esterna" non riflette ciò che crediamo di volere coscientemente, ma la nostra natura inconscia. 

Molto di ciò che facciamo e siamo è di natura inconscia. L'inconscio è ombra, ma non in senso negativo. È inconsapevolezza, è tutto ciò che rimane nella parte oscura e nascosta, quella parte velata alla consapevolezza, non conosciuta, ma che porta un notevole influsso in tutto ciò che facciamo e tutto ciò che siamo. Noi non abbiamo la più pallida idea di ciò che vi sia lì dentro in quanto non ne abbiamo coscienza. Pertanto, la realtà che noi viviamo riflette una realtà interiore condizionata dai significati che abbiamo attribuito agli eventi del passato, dalle nostre ferite e dal nostro sistema di credenze. 

Come uno specchio, la realtà esterna ci mostra la realtà interna, e quello che riconosciamo fuori è esattamente ciò che riconosciamo dentro di noi. Ne consegue che, necessariamente, incontreremo nella realtà esterna ciò che corrisponde ed entra in risonanza con la nostra realtà interiore.


Gli eventi e le esperienze della vita sono sempre neutri. 

Siamo noi ad attribuir loro un significato. 




Creiamo dei punti di riferimento e costruiamo la nostra personalità, o modo di essere, sulle basi di dati pregressi ed associazioni che sono spesso illogiche e contraddittorie. Quando siamo stati confrontati con degli eventi o delle esperienze che ci hanno ferito, vi abbiamo attribuito un significato disfunzionale. Abbiamo creato una parte della nostra personalità che non ha digerito l'evento e non ne ha colto l'insegnamento spirituale ed evolutivo. Nel presente, si tratta di una ferita ancora aperta; una memoria inconscia irrisolta che ostacola e sabota il proprio percorso evolutivo richiamando, per risonanza, eventi ed esperienze simili.

Infatti, per risonanza, noi noi non attraiamo ciò che vogliamo, bensì ciò che siamo. Per questo motivo, la realtà di tutti i giorni è molto preziosa per comprendere se vi sono delle questioni interiori che dobbiamo risolvere e che, essendo inconsce, vanno al di là della nostra consapevolezza.

Proprio per questo motivo non è sufficiente pensare positivo e dire "ce la farò sicuramente", allorquando vi è un'altra credenza, profondamente radicata in noi, nell'incosciente, che dice "No! non ci riuscirai mai!"... In questo caso, il programma-ombra è più forte ed il risultato è quello di non riuscire a raggiungere i propri obiettivi. Neppure superficiali tecniche di programmazione mentale sono adeguate, in quanto null'altro fanno che abbellire lo stambugio concettuale in cui è rinchiusa l'anima. Qui si tratta di liberare la propria anima e riscoprire chi siamo davvero, rendendo consapevole l'inconscio.

Attraverso tecniche di rilassamento ed immaginative, il Sistema Memoria evolutiva permette di esplorare e  scoprire in modo chirurgicamente preciso il processo creativo dei significati disfunzionali attribuiti alle memorie irrisolte del proprio passato e trasformarle in un insegnamento evolutivo. Ciò permette di sanare le ferite del passato, liberarsi del carico negativo della zavorra psico-energetica (spesso inconscia) del passato e di ripristinare il proprio potere personale. L'integrazione di questi insegnamenti evolutivi permette di modificare le proprie reazioni emotive ed il proprio atteggiamento mentale e trasformare la propria vita.





Breve ed efficace, il sistema Memoria evolutiva ha portato a degli ottimi risultati con paure irrazionali e fobie, insicurezze e scarsa autostima, stress, emozioni negative, difficoltà e problemi nelle relazioni, senso di impotenza, senso di solitudine, pensieri ossessivi e disturbanti, disturbi del sonno, mancanza di vigore e di energie, senso di colpa, tensioni inesplicabili, ed una variegata varietà di altri disturbi e conflitti interiori.

L'obiettivo è quello di ritrovare la propria interezza, ripristinare il proprio potere personale, sviluppare le proprie potenzialità e la propria leadership verso l'auto-realizzazione. Verso le proprie aspirazioni fondamentali.

In sintesi, si tratta di rendere consapevole l'inconscio per comprendere il processo creativo dei propri conflitti e portare alla consapevolezza quanto serve conoscere e sapere per trasformare i significati attribuiti agli eventi ed esperienze del passato in un insegnamento evolutivo, per poter risplendere della propria vera e pura essenza e manifestare i propri talenti ed una nuova attitudine.












Nessun commento:

Posta un commento